2 Marzo 2024

Olbia, 22 maggio 2023 – «In Italia i medici sono sempre meno: questo è un dato di fatto che viene messo in evidenza quasi quotidianamente sui giornali, con numeri e statistiche che purtroppo rimarranno in rosso anche negli anni a venire. Non ci sono bacchette magiche che ci consentono di creare dal nulla nuovi operatori sanitari. Perciò, in questo quadro di grande emergenza l’unica cosa che si può fare è cercare soluzioni per rispondere ai bisogni di salute dei cittadini. Se il consigliere Meloni si fosse confrontato con la Direzione Aziendale avremmo potuto spiegargli direttamente quali sono i nostri piani, senza creare nuove preoccupazioni in una popolazione che conosce bene queste difficoltà». Così il Direttore Generale della Asl Gallura, Marcello Acciaro, interviene in merito alle notizie apparse sugli organi di stampa.

«Stiamo lavorando su più fronti per affrontare le difficoltà del settore dell’Emergenza Urgenza: non siamo inermi nè attendisti. In prima battuta sulle Guardie Mediche turistiche: l’ultimo anno in cui furono attivate fu il 2019, quando si registrarono 23mila accessi. I medici non stanno rispondendo agli avvisi pubblici. Stiamo cercando di attivare un progetto parallelo per provare a sensibilizzare gli operatori sanitari, in modo da coprire i servizi. Non è semplice – spiega Marcello Acciaro – ma ci stiamo provando, perché sappiamo bene che le guardie turistiche possono essere una barriera contro l’intasamento dei Pronto Soccorso. Per quanto riguarda la struttura del Pronto Soccorso, l’Assessore regionale alla Sanità Prof. Doria ci garantirà un ulteriore supporto per il periodo estivo, con un turno H24. Su questo abbiamo avuto ampie rassicurazioni. E poi contiamo sull’apporto della Guardia Medica: da novembre abbiamo effettuato lo spostamento del servizio da viale Aldo Moro all’Ospedale Giovanni Paolo II. I due servizi, perciò, lavorano fianco a fianco e la Guardia Medica può fornire un supporto nella gestione dei codici bianchi e verdi. Sempre per questi ultimi casi, abbiamo aperto recentemente uno nuovo spazio per il triage, che consente ai pazienti di attendere il proprio turno sotto sorveglianza medica o infermieristica».

C’è poi l’aspetto relativo alla riorganizzazione in seguito alla recente approvazione dell’Atto Aziendale. «Sempre nell’ambito della medicina d’urgenza abbiamo potenziato il fast track, in pratica una specie di accesso rapido, per Ortopedia e Cardiologia, con un medico sempre operativo. Sono stati attivati anche 16 posti letto per la Medicina d’Urgenza che accoglie dal Pronto Soccorso i pazienti che hanno bisogno di una fase di ulteriori accertamenti o stabilizzazione – prosegue il Direttore Generale della Asl Gallura – e partirà anche la Chirurgia d’urgenza per facilitare gli interventi sui codici più gravi. Stiamo mettendo in campo tutte le armi che abbiamo in un contesto di grande difficoltà per la sanità pubblica italiana, messa in crisi dalla pandemia e dalle politiche di spending review attuate in passato che hanno minato la stabilità del nostro sistema di assistenza. Ma nonostante questo – conclude Marcello Acciaro – percorriamo tutte le strade per assicurare assistenza alla nostra popolazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *