26 Maggio 2024

Il simbolo dell’incapacità amministrativa locale e dell’immobilismo e inefficienza regionale, che svetta appena metti piede a La Maddalena, a memoria di quanto danno ha fatto ai cittadini dell’isola il trasferimento della sede del vertice del G8 del 2008 all’Aquila e il completo abbandono di qualsiasi progetto di rilancio e riconversione della struttura, l’ex arsenale ritorna oggi a far parlare di sé. Una notizia che puzza del dilettantismo della destra che governa la Regione, fa apparire l’area sottoforma di annuncio, su un sito immobiliare, l’Investinitalyrealestate.com che propone opportunità di investimento in immobili pubblici, destinate ad operatori italiani ed esteri. L’annuncio, ricco di particolari relativamente alle metrature delle aree e stabili, planimetrie fotografie, offre “Compendio immobiliare, ex arsenale militare, ubicato nel Comune di la Maddalena, con splendida vista sull’omonimo arcipelago. L’immobile, un tempo parte di una strategica base navale militare, oggi rappresenta uno dei più significativi luoghi di attrazione dell’Isola che potrà essere riqualificato secondo un modello di valorizzazione turistico-culturale e diventare anche uno dei principali poli nautici del Mediterraneo occidentale”. Che vuol dire? Una mossa disperata di chi non sa assolutamente che pesci pigliare dopo averle sbagliate tutte sulla “strategia” di destra per sistemare una volta per tutte il destino dell’ex arsenale, oppure il diversivo diabolico per mostrare ai fessi che siamo tutti noi cittadini dell’isola, che qualcosa di grosso si sta muovendo dietro la “parvenza” di immobilismo? Naturalmente l’amministrazione comunale maddalenina che deve “tenere bordone”, non fosse altro per la stessa natura di destra che la lega alla giunta regionale, tace, non sa. Salvo prestarsi, un anno fa all’inaugurazione (un taglio di nastro non si nega a nessuno) all’apertura in pompa magna, nell’ex arsenale, di una sezione distaccata dell’assessorato regionale agli Enti locali, il nuovo Ufficio regionale del Demanio. “Un bel passo in avanti e che faciliterà le interlocuzioni con parte tecnica e politica regionale” come dirà speranzoso il sindaco Lai, quasi una preghiera di essere messo a parte delle mosse della Regione e di non essere lasciato ignaro rispetto ad un’opera che insiste sul suolo comunale ma di cui la Maddalena non ha nessuna voce in capitolo. E invece, in questi giorni arriva come un fulmine a ciel sereno (il sindaco Lai lo sapeva?) la notizia dell’annuncio comparso sul sito immobiliare e che ha alzato un polverone politico sulla giunta di quel Solinas nominato a suo tempo Commissario straordinario e quindi primo responsabile di ogni operazione legata all’ex arsenale. E dai banchi del Gruppo PD parte un’interrogazione, primo firmatario Giuseppe Meloni, per conoscere dal Commissario Solinas, il destino del compendio e lo stato attuale degli interventi programmati e dei finanziamenti ancora disponibili, di cui non si ha nessuna notizia, oltre al chiarimento sull’annuncio di vendita o concessione che sia. E arrivata l’ora che la Giunta regionale di destra inizi a ufficializzare il fallimento di quattro anni di amministrazione e l’immobilismo colpevole che l’ha caratterizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *