24 Aprile 2024

Olbia, 26 aprile 2023 – Dieci smart tv per l’Unità Operativa di Pediatria dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Olbia e per i servizi pediatrici di Tempio Pausania e La Maddalena. L’obiettivo dell’iniziativa solidale avviata dall’Olbia Calcio con la vendita delle maglie a edizione limitata – realizzata insieme allo sponsor Gypsos, brand di Fluorsid nell’impegno per la sostenibilità – è sempre più vicino dopo la consegna dei televisori di ultima generazione, avvenuta questa mattina nella sede della Direzione Aziendale della Asl Gallura.

Alla presenza del Direttore Generale, Marcello Acciaro, del Direttore Sanitario, Raffaele De Fazio, del Direttore del Dipartimento Donne e Minori, Giangavino Peppi, e del Direttore dell’Unità Operativa di Pediatria, Angelo Attene, sono stati presentati i risultati dell’iniziativa lanciata dall’Olbia Calcio in occasione della sfida di campionato di inizio aprile contro la Recanatese. Il presidente della società, Alessandro Marino, il Direttore Commerciale di Fluorsid-Icib, Cesare Mercandino, e il capitano dei “bianchi”, Emerson Ramos Borges, hanno voluto consegnare simbolicamente alla Asl la prima smart tv che sarà messa a disposizione dei piccoli pazienti. I televisori sono stati acquistati grazie alla vendita di 19 maglie usate in occasione della partita (15 vendute direttamente e 4 battute all’asta sul sito Charitystars) e altre 16 prive dei nomi, disegnate e realizzate dallo sponsor tecnico Eyesport. Ulteriori donazioni spontanee sono arrivate da cittadini, tifosi e anche dai giocatori dell’Olbia.

I ringraziamenti della Asl Gallura

«È doveroso un ringraziamento all’Olbia Calcio – ha sottolineato Marcello Acciaro – e a tutti coloro che hanno promosso questa iniziativa mostrando attenzione ai bisogni del territorio gallurese. È positivo che comunità e sanità siano sempre più stretti da un forte legame e questo progetto è un po’ un simbolo del nuovo rapporto che si vuole creare tra la Asl e i cittadini, con lo scopo di lavorare insieme, perché solo in questo modo si possono dare delle risposte ai bisogni delle persone». «L’affetto verso la squadra dell’Olbia è sentito – ha aggiunto Raffaele De Fazio – e la società lo sta ricambiando nel modo migliore. Siamo aperti alle collaborazioni con le associazioni, è un modo di lavorare che porterà benefici a tutta la comunità». Il Direttore del Dipartimento Donne e Minori, Giangavino Peppi, ha ringraziato società e sponsor ricordando, inoltre, che questa per la sanità è una fase «all’insegna dell’integrazione tra il personale ed è fondamentale guidare il cambiamento: l’utente deve essere al centro». Il Direttore di Pediatria, Angelo Attene, ha sottolineato che «le nuove smart tv aiuteranno i piccoli ospiti a trascorrere la permanenza nelle strutture sanitarie con meno difficoltà, contribuendo a rendere sempre più “umano” un reparto già particolarmente attento a questo aspetto grazie alla squadra di medici, infermieri e Oss».

Le dichiarazioni dei rappresentanti di Olbia Calcio e Fluorsid

«Ci tengo anzitutto – ha detto il presidente dell’Olbia, Alessandro Marino – a ringraziare Fluorsid, nostro partner nell’iniziativa. Per un’azienda che opera nel settore chimico, avere una mission sociale non è per niente scontato. Lo deve essere, invece, per l’Olbia perché un club professionistico è anzitutto questo: un punto di riferimento per il territorio che ci affianca e supporta nella quotidianità. Spesso si vede il mondo del calcio come un mondo dorato, ma la verità è che un club non può vivere di solo valore economico. La nostra mission è stata da sempre questa: offrire, con i nostri mezzi e canali, un supporto tangibile dove c’è bisogno. La donazione effettuata all’Asl per la Pediatria vuole essere un aiuto che rimane nel tempo e l’auspicio è che questa collaborazione possa essere la prima di tante». «Siamo felici e orgogliosi di aver sostenuto questa iniziativa benefica – ha aggiunto Cesare Mercandino – contribuendo a dare un aiuto in termini di comfort e spensieratezza a chi sta vivendo un momento di difficoltà. Come Fluorsid e come sponsor dell’Olbia Calcio teniamo particolarmente al legame con il territorio e l’iniziativa, in questo senso, consente di andare sul concreto e di lasciare un beneficio nel tempo. Un ringraziamento va ovviamente a chi ha partecipato con l’acquisto delle maglie». Per il capitano Emerson Ramos Borges «è stato un onore indossare questa maglia. Spesso dico che noi calciatori viviamo in una sorta di palla di cristallo e non ci accorgiamo di quelle che sono le emergenze vere e di quali siano i sacrifici. La pandemia da Covid ci ha permesso di prendere consapevolezza di alcune dinamiche e anche per questo intendo ringraziare chi ha voluto dare il proprio contributo alla riuscita di questa iniziativa. A nome della squadra, dico che siamo sempre a disposizione per gesti di solidarietà e umanità». Nei prossimi giorni i televisori saranno installati nei presidi di Olbia, Tempio e La Maddalena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *