22 Aprile 2024

Olbia, 3 gennaio 2023 – Si chiama Matilde, è nata alle 23.30 del 2 gennaio, ha pesato 3,800 kg e la sua immagine “viaggia” già sul maxi schermo della ruota panoramica installata nel centro di Olbia. I genitori sono, infatti, i proprietari dell’attrazione che illumina da qualche anno il waterfront cittadino. Per la mamma Marina Degliinnocenti, 28 anni, e per il papà Lorenzo Lupetti, 29 anni, lei originaria di Bergamo, lui di Pistoia, si tratta della prima figlia. Matilde, prima nata del 2023 in Gallura, è venuta alla luce con parto naturale.

«Una gioia immensa per noi e per i nonni – affermano i genitori – abbiamo voluto subito condividerla con tutti nella nostra ruota panoramica, che negli ultimi anni ci ha portati a passare molto tempo qui a Olbia, dove ci sentiamo ormai di casa». La Direzione Aziendale della Asl Gallura coglie l’occasione per porgere i migliori auguri alla nuova nata e alla sua famiglia.

Prima della nascita di Matilde, l’anno all’interno dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia diretta da Giangavino Peppi si era chiuso con l’arrivo alle 21.23 del 31 dicembre di Giovanni Maria Brinchia, di Arzachena.

I nati nel 2022 sono stati in tutto 779 e nel presidio ospedaliero olbiese si sono registrati anche sei parti gemellari. Il territorio gallurese si conferma, inoltre, multietnico. Ad esclusione di quella italiana, sono ben trentasette le nazionalità rappresentate da 140 bimbi. Al primo posto ci sono i nuovi nati di origine rumena (38), seguiti da quelli di origine marocchina (26), albanese (11), polacca (7), senegalese (6), pakistana (5) e cinese (4). I paesi rappresentati da tre nascite sono Cuba, Germania e Ucraina. Due nuovi nati a testa per neomamme brasiliane, egiziane, indiane, ceche, russe, slovacche e thailandesi. Tutte a quota un parto le donne provenienti da Australia, Bangladesh, Belgio, Bolivia, Camerun, Ecuador, Kosovo, Iraq, Isole Canarie, Lettonia, Macedonia, Moldavia, Perù, Regno Unito, Repubblica Domenicana, Svizzera, Tunisia, Ungheria, Uruguay e Usa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *