2 Marzo 2024

Olbia, 24 giugno 2023 – Ci sono i libri per l’infanzia, donati dalla Croce Rossa Italiana grazie al coinvolgimento e alla sensibilità delle librerie Giunti. E poi un tavolino da disegno, pennarelli, girandole, giochi, stampe di stelle e animali colorati che “spuntano” dalle pareti. La sala d’attesa della Diabetologia di Olbia, nell’ex ospedale San Giovanni di Dio, diventa a misura di bambino grazie all’iniziativa promossa dall’Associazione Diabete Gallura e accolta dalla Asl Gallura, per dare un volto nuovo agli spazi che ospitano i piccoli pazienti della Diabetologia Pediatrica.

La sala d’attesa è stata battezzata ieri dal Direttore dell’Unità Operativa, Giancarlo Tonolo, dalla Pediatra diabetologa della struttura, Gavina Piredda, e dai rappresentanti dell’associazione: il Presidente Gabriele Palitta, la Vicepresidente Angela Fara, il Responsabile della comunicazione, Giuseppe Deledda, il Tesoriere Francesca Mancini e la Segretaria, Anna Mariano, che insieme agli altri rappresentanti, Pierluca Cosseddu, Pietro Spano ed Eleonora Inzaina, compongono il Consiglio Direttivo dell’associazione.

«Un’iniziativa meritoria – sottolinea il dottor Giancarlo Tonolo – che abbiamo accolto con grande piacere e che è pienamente in linea con l’impegno della Asl verso il tema dell’umanizzazione delle cure e del paziente al centro di ogni attività. Un ringraziamento speciale va all’Associazione Diabete Gallura per averla pensata e per averla realizzata». «La collaborazione con l’associazione va avanti da anni – aggiunge la Pediatra diabetologa Gavina Piredda – perché ci dà un fondamentale supporto sia durante la fase più delicata, quella del primo ricovero dei bimbi in ospedale, fondamentale per la formazione, sia nel passo successivo, grazie al confronto e al dialogo costante con famiglie che hanno in comune la patologia dei rispettivi figli. Abbiamo circa 140 pazienti a partire dai tre anni d’età, provenienti dalla Gallura ma non solo. L’accettazione della diagnosi è spesso un percorso a ostacoli, ma la rete è diventata un pilastro imprenscindibile per far comprendere loro che non saranno mai soli».

«Abbiamo fatto squadra e oggi l’associazione è diventata il luogo in cui noi, che siamo prima di tutto genitori, possiamo condividere le nostre esperienze, i dubbi e le scelte fatte per il benessere dei nostri figli. C’è un gruppo whatsapp particolarmente attivo, organizziamo incontri e serate di svago che ci consentono di relazionarci e far incontrare e giocare anche i bambini», commentano i rappresentanti dell’associazione, “costola” di Agd Italia e parte integrante della Federazione rete sarda diabete. «Uno degli obiettivi fissati era relativo proprio al luogo che nella vita dei nostri figli diventa una sorta di punto di riferimento, la Diabetologia. Abbiamo ritenuto fosse indispensabile diversificare i percorsi tra adulti e bimbi, anche visivamente, e abbiamo condiviso questa idea con la Asl Gallura, che l’ha accolta. Dobbiamo ringraziare chi ha collaborato per creare questo spazio e chi ci ha permesso di allestirlo. La sala ora ha un altro aspetto – concludono – e per i bimbi l’attesa della visita sarà certamente più piacevole».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *