13 Aprile 2024

Un coro unanime di pazienti che legittimamente  lamenta di non riuscire a prenotare ne visite specialistiche ne indagini strumentali. La risposta del Cup è sempre la stessa: o le agende sono chiuse ( non per capriccio ma perché sature da mesi) o il primo appuntamento libero sarà a fine 2023.

La maggior parte degli operatori sanitari, in numero ridotto rispetto all’utenza, è allo stremo , costretti a fare turni massacranti.non possono rispettare i turni di riposo,  continuano a scrivere ai loro Direttori Generali , ai politici, all assessore alla sanità e poiché il regime non permette agli operatori sanitari di rilasciare interviste ne di usare qualunque media per lamentare lo stato in cui versano gli ospedali e i lavoratori, non possono esternare pubblicamente la realtà sanitaria.

Per contrastare l’agonia della sanità sono nate decine di associazioni in difesa delle strutture sanitarie dei loro paesi che hanno manifestato in ogni modo il loro malcontento.

Consigli comunali e la maggior parte dei sindaci di ogni schieramenti criticano aspramente l operato dell’ assessore alla sanità e del governatore. Anche i consiglieri di maggioranza manifestano il loro fastidio contro la cattiva gestione della sanità . Le critiche alla pseudo riforma ( che ha lasciato immodificato il capitolo sulle reti sanitarie della riforma precedente dopo averla definita “rifogna” riempiono giornalmente le pagine dei giornali, tempestano di post FB e occupano gram parte delle notizie TV.

Il quadro appare alquanto chiaro: reparti che chiudono, interventi rimandati, visite cancellate , proto soccorso intasati con ore di fila per la presenza in servizio di un solo o al massimo due medici.Medici in affitto , turni di riposo saltati , ricorso alle prestazioni aggiuntive con dispendio di soldi pubblici. Ambulatori specialistici che non accettano più nessuno , prestazioni strumentali sono oramai un miraggio. Pazienti oncologici o con patologie gravi attendono mesi per eseguire le indagini. Si parla di prevenzione e gli screening sono attivi solo in alcune Asl. Laboratori chiusi per carenza di tecnici di laboratorio ma con aumento del numero dei medici che non possono refertare in mancanza della gestione dei campioni da parte dei tecnici assenti.  Mancanza di materiale di consumo dai rotoli di carta alla carta per stampare i referti o le consulenze. Attesa da tre quattro anni dei nuovi mammografo, delle nuove tac, dei sistemi informatici, della telemedicina ecc. 

A seguito di questo disastro anche i più accaniti fan hanno ridotto le loro difese nei confronti della giunta.

Ma rimangono i fedelissimi che non solo non hanno ancora abbandonato i selfie,gli slogan  e le bugie ma addirittura riciclano notizie di mesi fa ( tipo assunzioni dovute per sostituire i trasferiti o pensionati ecc) per confondere le idee alla gente e per apparire sempre come salvatori della patria attribuendosi meriti falsi. Ebbene questi pochi fedelissimi non hanno mai avuto il coraggio di muovere una critica ed anzi cercano con selfie di elogiare loro stessi e la giunta. E continuano ad affermare che tutto funziona

Foto di Jonathan Borba:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *