18 Giugno 2024

Comunicato del Sindaco

Ha completato una tappa importante l’iter del grande progetto di riqualificazione idrica dei territori dell’Alta Gallura “Riassetto dell’alimentazione idropotabile dei comuni dell’Alta Gallura – diga di Monti di Deu interconnessione diga sul Rio Pagghjolu utenze area Tempio”, una “tappa” del valore economico di oltre 12,5 milioni di euro (IVA esclusa).

Lo ha annunciato oggi Fabio Albieri, presidente dell’EGAS – Ente di Governo dell’Ambito della Sardegna: “dopo oltre 3 anni di duro impegno oggi Abbanoa ha finalmente aggiudicato i lavori per il collegamento della Diga di Lu Pagghjolu al sistema idro-potabile dell’alta Gallura”.

“Si tratta di una comunicazione di grande rilievo – ha commentato il sindaco di Tempio Gianni Addis – che premia l’impegno dell’Amministrazione comunale, dell’Unione dei Comuni alta Gallura e del personale impegno di Fabio Albieri in qualità di presidente dell’EGAS a favore di un’opera attesa da anni e di fondamentale importanza per risolvere la crisi idrica di Tempio e dell’Alta Gallura”.

Quattro gli operatori economici partecipanti al bando di gara di Abbanoa per l’appalto dei lavori, aggiudicati per € 12.714.908,68 (IVA esclusa) dalla ATI composta da RDR S.p.a. Società Benefit e IN.CO S.r.l. Unipersonale.

Per l’esecuzione dell’opera sono previsti 500 giorni lavorativi, che corrispondono a quasi due anni. Sarà ora compito dell’EGAS controllare che il cronoprogramma per la realizzazione dei lavori venga rispettato.

Un risultato da tempo atteso dalle comunità dell’Alta Gallura, tanto duramente provate in questi anni, che ora finalmente si concretizza grazie al lavoro delle amministrazioni comunali dell’Alta Gallura attraverso l’Unione dei Comuni.

Un risultato che rende merito ai Comuni del nostro territorio che, soprattutto in questi ultimi 10 anni, hanno attivato importanti sinergie a tutela della Gallura e delle sue comunità.

Il Sindaco

Gianni Addis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *