22 Aprile 2024

Andrà in scena domani, 𝗺𝗮𝗿𝘁𝗲𝗱𝗶̀ 𝟮𝟱 𝗹𝘂𝗴𝗹𝗶𝗼, il terzo appuntamento con l’elegante stile musicale di origine andalusa.

Lo spettacolo si compone di un repertorio originale semi improvvisato, prodotto da Dario Piga, con parti di danza che si intersecano con i testi classici del canto flamenco e del Cantu a Chiterra. Le due forme d’espressione trovano per la prima volta un punto d’unione in questo spettacolo, creando nel modo più naturale possibile un nodo di giunzione fra due generi della tradizione mediterranea ed europea.

Il Flamenco, genere ormai di diffusione internazionale, affonda le sue radici in Andalusia. Il concetto di “classico” si contrappone al più generico “moderno” per via delle scelte sceniche e musicali, che si rifà a delle soluzione virtuose ma non troppo sofisticate: la danza rappresenta sostanzialmente il nucleo ritmico che guida il canto, che resta musicalmente e concettualmente legato alla tradizione del Flamenco.

Il Cantu a Chiterra è una forma tipica di canto monodico in Sardo e in Gallurese, accompagnato con la chitarra, diffuso soprattutto nell’area settentrionale dell’Isola.

Musicisti:

𝗗𝗮𝗿𝗶𝗼 𝗣𝗶𝗴𝗮 – chitarra

𝗠𝗮𝘁𝗲𝗼 𝗚𝗮𝗿𝗿𝗶𝗴𝗮 – cajón

𝗖𝗼𝘀𝘁𝗮𝗻𝘇𝗮 𝗩𝗲𝗿𝘇𝗶𝗲𝗿𝗶 – danza

𝗝𝗼𝘀𝗲́ 𝗜𝘀𝗺𝗮𝗲𝗹 𝗦𝗶𝗲𝗿𝗿𝗮 – canto e chitarra

L’appuntamento è alle 𝗼𝗿𝗲 𝟮𝟭.𝟬𝟬 in 𝗽𝗶𝗮𝘇𝘇𝗮 𝗚𝗮𝗹𝗹𝘂𝗿𝗮.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *