13 Aprile 2024

Devi sapere che le prime miniere di carbone non avevano sistemi di ventilazione, quindi i minatori portavano con sè una gabbietta con un canarino. I canarini sono molto sensibili al metano e monossido di carbone e in questo contesto erano perfetti per capire se c’erano delle fughe di gas.

Finchè sentivano il canto dei canarini erano al sicuro, diversamente dovevano evacuare.

Perché oggi ti racconto questa storia?

Perché metaforicamente è attualissima anche oggi.

La morte del povero uccellino è un chiaro avvertimento che mette in guardia contro potenziali pericoli, indica una situazione pericolosa, o l’aggravarsi di una situazione, così come il fallimento di qualcosa.

Quindi sei al corrente che hai la necessità di fare una cosa, di prendere in mano la situazione e “gestirla”, ma procrastini, non decidi nulla e … aspetti!

La domanda è: cosa stai aspettando?

Il silenzio del canarino?

Perché allora sarà tardi.

Fuor di metafora voglio semplicemente dire che la sanità pubblica è oramai esplosa o per meglio dire implosa. Per questo motivo ieri non sono andato al consiglio comunale aperto sulla questione. Lasciando perdere le questioni da leguleio non da giuristi i segnali di tale implosione non sono mancati. Dalla mancata sostituzione di primari andati in pensione dei reparti di Medicina e Chirurgia (rispettivamente i bravissimi dottor Addis e dottor Lavosi) e delle loro ottime equipe etc etc in lento, crudele, inarrestabile stillicidio che ha compreso (tra le altre moltissime cose tra le quali l’ncresciosa oltre il limite del sopportabile situazione del Pronto Soccorso)) la mancata istituzione dell’RSA e la non sostituzione unico geriatra, ,l’ottimo dottor Vasino del poliambulatorio. Queste due ultime situazioni sono particolarmente gravi perchè non conoscere la spaventosa gravità sociale e non solo medica del problema degli anziani è vivere su un altro pianeta.

La risposta della politica (non solo locale) è stato un vuoto pneumatico.

Finiremo che dovremo aspettare l’aiuto di Emergency!

P. S. Mi scuso se ho dimenticato di citare qualche medico o qualche situazione. La citazione iniziale è tratta da michelalodigiani.it

A tutte queste problematiche le risposte della politica sono sotto gli occhi impauriti e spaventati di tutti

1 thought on “Tempio Pausania (OT): Il canarino non canta più: la miniera (la sanità pubblica) è esplosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *