22 Aprile 2024

Tempio Pausania (OT) 2 luglio 2023. Qual Araba Fenice il PD risorge con una protesta nei confronti del Direttore Sanitario del “Paolo Dettori”, dottor Chiarelli ed in un post su Faceboock la segretria locale del Partito , Avv, Marina Tamponi,scrive quanto segue:

“Ho letto quanto dichiarato dal Direttore Sanitario del presidio ospedaliero “Paolo Dettori”, in occasione dell’intervista pubblicata oggi sul quotidiano “La Nuova Sardegna”. In merito alla situazione della Sanità e del servizio erogato da detto presidio, non posso esimermi dal condividere una breve riflessione. Stupisce anzitutto la posizione ottimistica e positiva del dott. Chiarelli, il quale vede improvvisamente il bicchiere mezzo pieno, arrivando a dichiarare persino che “dopo anni di lieve offuscamento” l’ospedale sta iniziando a riappropriarsi del proprio ruolo strategico per i bisogni della popolazione dell’alta Gallura”. Eppure proprio lui, il 20/12/2018 , allo stesso quotidiano regionale, denunciava le gravi carenze del suddetto (in particolare di otorino, radiologia, etc) ed una Sanità alla deriva in Alta Gallura. Sempre lui il 2/11/2020 segnalava la presenza di un unico anestesista presso l’ospedale tempiese, con esposizione dei cittadini a gravi rischi per la loro salute. Ancora, alla fine del 2021 inviava una lettera alla stampa per denunciare le continue e crescenti difficoltà a cui venivano sottoposti quotidianamente i medici del Dettori. Oggi Dott. Chiarelli parla di “lieve offuscamento”, quando invece i cittadini dell’Alta Gallura continuano a subire i soliti e già noti disservizi. Le criticità sono sempre le stesse, se non addirittura aumentate. Ci dispiace smentirlo, ma l’utenza non coglie alcun segnale di miglioramento o attuazione del Piano Aziendale recentemente adottato. Per fare un esempio, non risulta avviato il servizio di senologia diagnostica, anzi, non è proprio possibile, oggi, effettuare o programmare, neppure a mesi di distanza, una mammografia presso il presidio tempiese. Il reparto di otorinolaringoiatria, com’è noto, è stato di fatto smantellato ed i medici trasferiti ad Olbia, dove a quanto pare non possono neppure operare compiutamente, privi di idonei locali e strumenti. Recentemente è stato trasferito il Reparto Prelievi, che negli ultimi anni era stato collocato al piano terra dell’ospedale, spostandolo nel vecchio centro trasfusionale in locali più piccoli, angusti e scomodi.

C’è sempre e soltanto un cardiologo, e il reparto di Pediatria apre sempre e solamente durante le ore diurne. Questi sono solo alcuni dei disservizi che già conoscevamo e che continuano a caratterizzare la realtà di questo ospedale.

Quanto all’aumento delle presenze nel Pronto Soccorso, riterrei che non possa farsi passare come manifestazione di un miglioramento del servizio, quanto piuttosto effetto naturale dell’aumento della popolazione nel periodo estivo in conseguenza del turismo.

Vorremmo essere tutti ottimisti come il Direttore Sanitario ma preferiremmo anche percepire qualche reale segnale di miglioramento dei servizi sanitari, che allo stato attuale, ci dispiace dirlo, non sono riscontrabili. Ci accontenteremmo financo di vedere affrontato, dalla Direzione Generale, con serietà e qualche proposta di risoluzione il problema della mancanza di un pediatra da oltre 100 giorni! Stiamo chiedendo troppo?

Marina Tamponi

Segretaria Circolo Pd Tempio Pausania”

Si può naturalmente essere in accordo o in disaccordo con quanto sostiene l’esponente del PD (partito sulle cui spalle pesano responsabilità non cento minori rispetto ad altri partiti sull’andamento della sanità pubblica) ma se non altro è da apprezzare la presa di posizione,

Mentre il Movimento Cinque Stelle che fine ha fatto ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *