18 Giugno 2024

La città ha una pista di atletica nuova di zecca. Conclusi i lavori di rifacimento dell’anello che si trova nello stadio Nino Manconi. L’importante e atteso intervento è servito per il completamento dei lavori eseguiti con precedenti appalti nel 2016, la realizzazione della segnaletica orizzontale e l’apposizione delle targhette identificative delle varie distanze sul nuovo manto della pavimentazione della pista tornato quindi all’efficienza originaria. La pista si presenta completamente rinnovata, tornata a disposizione di sportivi e appassionati.

L’impianto, costruito ormai da diversi anni, è costituito da un anello di pista a 6 corsie senza segnaletica orizzontale, un percorso siepi posto verso nord, una piazzola per la pedana per il salto in alto a sud, una pedana per il salto in lungo e triplo di fronte alla tribuna centrale.

L’Amministrazione Comunale, per concludere i lavori, ha ottenuto un finanziamento complessivo di 31.000 euro dall’assessorato regionale allo sport guidato da Andrea Biancareddu. Ancora dunque importanti risorse finanziarie acquisite dall’attuale governo cittadino per la riqualificazione dell’impiantistica sportiva cittadina che è tornata a nuova vita.

“Lo sport è fondamentale nel nostro mandato – ha sottolineato il sindaco, Gianni Addis – Crediamo sia un importante motore per l’aggregazione sociale e giovanile. Stiamo puntando sugli investimenti in questo settore, centrali per garantire la coesione sociale, la formazione dei ragazzi e migliorare la qualità della vita in città. La pista adesso è perfetta e pronta per essere utilizzata”.

L’Amministrazione guarda già al passo successivo: “Tempio può finalmente contare su una pista completamente nuova” conclude l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Quargnenti “La restituiamo, decisamente più bella, ai tempiesi. Questo intervento, sommato a quelli realizzati e da completare al Bernardo De Muro, nell’area di Rinaggiu e nei campi da tennis, ci porterà ad avere importanti strutture sportive nel territorio. Sono soddisfatto di poter restituire questa pista alla città, agli sportivi e soprattutto agli studenti, ai ragazzi e ai bambini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *