5 Marzo 2024

Dopo le recenti e discutibili decisioni della ASL Gallura sull’Ospedale di Tempio Pausania di cui abbiamo parlato in un recente post i Sindaci dell’Alta Gallura hanno deciso di rivolgersi all’Autorità Giudiziaria. Ne vine data notizia in un post su Facebook nella pagina istituzionale del comune di Tempio nella quale si legge:

Per i Sindaci essere costretti a rivolgersi alla Procura della Repubblica e al Prefetto per vedersi riconosciuto, da parte della ASSL ,il diritto alla salute dei propri cittadini , è qualcosa di avvilente e umiliante : ma non c’erano alternative per contrastare un’azione portata avanti con arroganza e in dispregio , da parte della ASSL,delle norme che regolano la sanità riconoscendola come un diritto imprescindibile per tutti.

Ieri in qualità di sindaco e di presidente del comitato di distretto sanitario di Tempio , assieme ai sindaci dell’Unione dei comuni “Alta Gallura “,abbiamo inviato al Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Tempio e al Prefetto di Sassari un ESPOSTO-DENUNCIA avverso le recenti decisioni della direzione ASSL n 2 Gallura per i servizi sanitari del Paolo Dettori e in particolare per quanto riguarda la riorganizzazione turnistica del personale anestesiologico che attiene alle sedute chirurgiche di Ortopedia e Chirurgia e alla guardia di supporto anestesiologico del Pronto Soccorso e degli altri reparti . Decisioni inaccettabili ,in spregio alle norme di garanzia dei L.E.A. ( Livelli Essenziali di Assistenza ).

Con il nostro esposto abbbiamo chiesto alla Autorità competenti che le disposizioni della ASSL vengano valutate anche sotto l’aspetto penale in considerazione del potenziale ma concreto rischio per la salute e per la vita dei pazienti; così come che venga valutata l’ipotesi di INCAUTA RIDUZIONE O INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO .

Per leggere il post di cui si è parlato all’inizio cliccate qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *