13 Aprile 2024

Sono tanti i medici che nei loro ambiti più ristretti commentano, chiedono, a volte pregano che si risolvano le gravi criticità sanitarie dei territori sardi. In un post di Facebook il dottor Massimo Dadea, ex consigliere regionale, risponde ad una dichiarazione dell’assessore Nieddu che continua a dar la colpa dello sfascio della Sanità alla mancanza di medici. Lo stesso Presidente Solinas lamenta continuamente la “carenza di medici e di personale del comparto sanitario è un’emergenza nazionale. Urgente una sospensione del numero chiuso nelle Facoltà o sarà sempre peggio. I sistemi sanitari regionali subiscono oggi le conseguenze di un evidente errore nella programmazione di professionisti formati dalle Università”. Dichiarazioni non basate sulla realtà dei numeri. Secondo i dati EUROSTAT, https://www.openpolis.it/di-quanti-medici-dispongono-i-sistemi-sanitari-europei/ l’Italia ha un tasso relativamente alto del rapporto di medici ogni 100.000 abitanti, con la maggioranza dei medici occupati negli ospedali di cui la maggior parte specialisti nell’area medica (140,9 per 100.000 abitanti), seguiti dall’area chirurgica (98,7) e poi dai medici generalisti (89,2): “Era mia intenzione – dichiara Dadea – non scrivere più di sanità. L’ho fatto, inascoltato, per troppo tempo. Però, c’è un limite anche alla propaganda più becera. I dati EUROSTAT relativi al numero dei medici, di base e specialisti, rispetto alla popolazione residente, aggiornati al 2021, sono inequivocabili e dicono che la Sardegna, con 482 medici ogni 100 mila abitanti, è la Regione italiana con il più alto numero di medici (seguono il Lazio e la Liguria). Rivolgo, ancora una volta – scrive il medico – al presidente sardista e all’assessore leghista due semplici domande: Come sono distribuiti i medici sul territorio regionale e quanto hanno influito le politiche della Giunta a favore della medicina privata e mercantile sulla migrazione dei medici dal pubblico al privato (Mater Olbia e non solo)?”
Rivolgiamo anche noi le stesse domande e attendiamo risposta!

Ecco il post originale di Massimo Dadea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *