24 Aprile 2024

Gli iscritti e i simpatizzanti del Pd di La Maddalena, nella serata di ieri, hanno potuto confrontarsi con i candidati e le candidate del Pd gallurese ad una settimana dal voto, ricreando quella comunità di intenti e obiettivi che manca ormai nelle forme partito-movimento che imperversano oggi. Una comunità che il Circolo Pd di La Maddalena sta provando a ricostituire, e che ieri ha messo insieme le questioni che gravano sull’isola e che ne frenano lo sviluppo e le ha affidate alla responsabilità dei candidati e delle candidate perché ne facciano tesoro nelle loro battaglie alla Regione. Ricostruire la Sardegna dopo la gestione disastrosa della giunta Solinas non sarà facile, come hanno sottolineato i rappresentanti della lista del Pd della Gallura, perché i danni e la paralisi coinvolgono ampi settori, dalla sanità (dove ognuno tocca con mano tutti i giorni la malasanità e la mancanza del più essenziale tra tutti i diritti, quello alla cura), all’energia, ai trasporti (con la mancanza del diritto alla libera circolazione delle persone). Una destra che ha impoverito gran parte della popolazione, avvitato un sistema economico che cinque anni fa tentava di svilupparsi verso un percorso di pari opportunità per tutti ma che, al contrario, ha creato una stratificazione di disuguaglianze insopportabili. A questo quadro disastroso i candidati e le candidate del Pd della Gallura hanno aggiunto i nuovi “mostri”, tra i quali l’autonomia differenziata voluta dal governo Meloni e che in Sardegna (tra le Regioni a statuto speciale) potrebbe avere un impatto esplosivo ed implosivo. Ce n’è per tutti: nessun cittadino o cittadina della Sardegna è fuori dalla tempesta perfetta che la destra ha “pensato” per questo Paese. Una convinzione è emersa, molto forte, dall’incontro di ieri sera: la certezza di aver affidato in buone mani, alla persona giusta, ad una persona di grande valore, competente come Alessandra Todde, la battaglia per sconfiggere la destra. Ma fermarli deve essere l’impegno di tutti e tutte coloro che hanno a cuore il presente di ognuno di noi e il futuro dei nostri figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *